La convenzione con il Centro diagnostico Pantheon

II 17 marzo scorso Rita Bernardini ha chiesto al Segretario Generale della Camera, Dott. Ugo Zampetti, come mai negli elenchi che mi sono stati trasmessi non figurasse il contratto in essere fra la Camera dei Deputati e il Centro Diagnostico Pantheon s.r.l.

In data 19 marzo ho ricevuto la risposta del Dott. Zampetti che trovate nella documentazione.

Nella risposta si spiega che la convenzione non determina alcun onere a carico del bilancio interno della Camera e che la convenzione a stipulata direttamente dal "Fondo di solidarietà fra gli onorevoli deputati" e il Centro Diagnostico Pantheon s.r.l.

Nella realtà dei fatti, la convenzione "per prestazioni sanitarie" - come potete vedere dall'atto che mi è stato gentilmente consegnato - è stipulata fra la Camera dei deputati e il Centro Diagnostico Pantheon s.r.l. Per un semplice motivo: il "Fondo di solidarietà fra gli onorevoli deputati" non ha soggettività giuridica, né natura associativa e viene gestito direttamente dagli on.li Questori, senza che i deputati possano metterci becco.

Affermare poi che non "determina alcun onere per il bilancio interno della Camera" è perlomeno bizzarro: da dove escono i contributi che versano obbligatoriamente i deputati se non dai fondi della Camera?

Naturalmente, fra le prossime iniziative, ci sarà quella di rendere trasparente la gestione di questo fondo. Crediamo che sia un diritto di ogni singolo deputato.

Fra le prestazioni offerte ai deputati e ai loro familiari:

SHIATSUTERAPIA 75 €

MASSAGGIO SPORTIVO 50€

ELETTROSCULTURA 75 € (GINNASTICA PASSIVA)

E' SALTATA LA PAG. 8 CHE, SECONDO L'INDICE, RIGUARDA LA CHIRURGIA PLASTICA

CURA DEL SONNO 516,46 €

ASSISTENZA AL PARTO A DOMICILIO 774,68 €

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE: INTRACERVICALE E INTRAUTERINA 516, 4 € BALNEOTERAPIA 1.860 (PLAFOND ANNUO PER ISCRITTO)

PSICHIATRIA, PSICOTERAPIA E PSICOLOGIA FINO A 3.100 € ANNUI PER ISCRITTO

AttachmentSize
Convenzione_Pantheon_2.pdf4.94 MB

Hanno lavorato per rendere "aperti" ed online i dati delle spese: Mihai Romanciuc (software - basato su Drupal- e grafica), Pietro Migliorati e Elisabetta Badolisani (trasferimento dati dai formati "chiusi" forniti dalla Camera), Diego Galli, coordinamento dell'iniziativa.