PROMOTER: Transnational Radical party


LIST OF PARTICIPANTS | ADHESIONES AU SATYAGRAHA | ADESIONI SATYAGRAHA MESSAGES| MESSAGGI


As of September 28, 2020, people have
JOINED THE TWO DAYS OF FASTING AND NONVIOLENCE

LA CECENIA HA BISOGNO DI TE !
Due giornate mondiali di digiuno per la Cecenia dal 12 al 14 Marzo

Modulo di adesione alle due giornate di digiuno dal 12 al 14 Marzo

Di fronte alla tragedia in corso in Cecenia, agli oltre 150.000 morti, agli oltre 300.000 rifugiati e al ricorso massiccio a torture, stupri, rapimenti, furti e distruzioni, il Parlamento europeo ha preso, nel corso di questi ultimi anni e mesi, alcune posizioni precise, a volte coraggiose, spesso troppo timide.

Accanto alle numerose denunce di parlamentari europei sullo scandalo costituito tuttora dal fatto che, a più di 30 mesi dall'inizio della seconda guerra di Cecenia, il Commissario europeo Poul Nielson non si sia ancora recato in Cecenia, il Parlamento europeo, ha, in due riprese, assunto una posizione ufficiale, invitando in modo pressante il Commissario agli aiuti umanitari a recarsi in Cecenia per valutare la situazione e provvedere alle drammatiche e urgenti esigenze di intervento umanitario.

Inoltre, il Parlamento europeo non ha mancato di riaffermare la necessità di una soluzione politica per porre fine al conflitto e si è pronunciato pubblicamente e a varie riprese a favore di negoziati tra le parti russa e cecena.

Infine, il Parlamento non ha smesso di ricordare che la Presidenza di Maskhadov, il Governo e il Parlamento ceceno sono istituzioni legittime, conseguenti al risultato di elezioni che secondo l'OSCE - e, di conseguenza, la Russia stessa - si sono tenute correttamente.

Ecco le ragioni che ci portano ad associarci durante le giornate dal 12 al 14 marzo allo sciopero della fame intrapreso da Olivier Dupuis il 21 Febbraio scorso. Questo gesto non ha in alcun modo l'obiettivo di "obbligare" il Parlamento Europeo ad adottare posizioni che gli sarebbero estranee, ma di ricordare che le posizioni sino ad oggi assunte, a meno di considerarle come delle semplici dichiarazioni d'intenti, dovrebbero portare il Parlamento Europeo a:

- chiedere le dimissioni (o quanto meno il ritiro del portafoglio degli aiuti umanitari) del Commissario Poul Nielson che, non solo non ha risposto alle sollecitazioni ripetute del PE ma, soprattutto, non ha assunto le proprie responsabilità di Commissario in carica agli aiuti umanitari dell'Unione europea;

- invitare, nella loro qualità di rappresentanti legittimi del popolo ceceno e secondo le modalità che riterrà più opportune, il Presidente ceceno Maskhadov e i ministri del suo Governo;

- organizzare in seno al Parlamento europeo una audizione dei negoziatori nominati dai presidenti russo e ceceno al fine di comprendere lo stato reale di avanzamento dei negoziati che il PE auspica, che il Presidente Putin ha affermato di voler iniziare e che il Presidente Maskhadov continua a proporre.

Oltre a questi atti politici che non sono, secondo noi, niente di più che atti obbligati rispetto alle posizioni e alle responsabilità assunte dal Parlamento europeo, vi invitiamo a prendere in seria considerazione la possibilità di pronunciarvi a favore del riconoscimento internazionale della Cecenia, per contribuire fattivamente al processo di pace e porre fine alla tragedia storica e politica che si trascina ormai da 300 anni, quando i Russi occuparono e colonizzarono la Cecenia.


Modulo di adesione alle due giornate di digiuno dal 12 al 14 Marzo